Top menu

Escursione con introduzione alla fotografia notturna

Ventana del Nublo – Gran Canaria – Spagna

Giovedì 5 Settembre 2013 - L’appuntamento era per le 18 vicino ad un noto centro commerciale in Telde, ma mia moglie Pia ed io decidiamo di arrivare presto in città per un giro turistico. Arrivati puntuali al punto di incontro, saliamo in macchina con Alessandro e sua moglie Maria raggiungendo con tranquillità l’inizio del sentiero. Un panorama stupendo fatto di conifere che corrono lungo i pendii improbabili di queste montagne, che a tratti mi ricordano le amate Alpi, ma che hanno colori ed odori diversi, un’aria leggera che ti porta nei polmoni un’energia che avevo dimenticato da tempo.

introduzione alla fotografia notturna di alessandro bagalini

Percorriamo un sentiero tra gli alberi, per nulla faticoso e che permette di conversare istintivamente sottovoce per non disturbare la solennità del bosco. Raggiungiamo la “Ventana del Nublo” e sono rimasto… commosso. Si credo che la parola giusta sia commosso da quello che la natura offriva ai miei occhi, E non sapevo che era solo l’inizio di uno spettacolo maestoso. Mi avvicino alla “Ventana” e scopro che in lontananza si vede Tenerife, con il Sole pronto ad offrirci un tramonto mozzafiato.

Le reflex escono dagli zaini e si inizia a catturare le immagini di un tramonto stupendo scambiandoci impressioni sia tecniche che artistiche. Il sole inizia a scomparire e ovviamente non si vive di sola arte e decidiamo di intavolare un saporita discussione con i panini che ci siamo portati dietro, chiacchierando del più e del meno aspettando che l’oscurità arrivi e le stelle si mostrino in tutto il loro splendore.

Con l’apparire delle prime stelle inizia la lezione di introduzione alla fotografia notturna, pacatamente e con grande chiarezza Alessandro inizia a spiegarci i rudimenti della “magia”. Si perché riuscire a fotografare una stella ha qualcosa di magico, immaginatevi riuscire a fotografare la Via Lattea. E’ un’insegnante fantastico perché riesce a comunicarti in modo semplice informazioni complesse, che ti permette di ottenere un primo risultato più che sufficiente per chiedersi subito quando sarà la prossima escursione notturna e dove.

Un’atmosfera unica nella “non oscurità” della montagna; è buio ma riesci a vedere il cielo nel suo splendore, i profili degli alberi e delle montagne e nasce la sensazione di essere veramente parte di quella natura e ti domandi per quale motivo dobbiamo tenere tante luci inutilmente accese consumando energia e oscurando panorami mozzafiato.

La magia continua, nel volo sopra di noi, di un silenzioso e maestoso gufo, che probabilmente ci reputa prede non interessanti e passa oltre continuando la sua ricerca. La temperatura piacevole, l’impegno nell’apprendere le nozioni, la soddisfazione di alcuni scatti ci portano alla mezzanotte e si decide di rientrare. Rapidamente “smontiamo il campo” assicurandoci di non lasciare rifiuti ed iniziamo a scendere. Ben equipaggiati di torce elettriche la discesa è agevole ed in poco tempo siamo al campo base, ovvero al parcheggio dove abbiamo lasciato le vetture.

Queste righe le scrivo dall’Italia, siamo già rientrati, ma tra un paio di mesi ci trasferiremo a Gran Canaria definitivamente e mi sono già prenotato per tutte le prossime iniziative fotografiche diurne o notturne che siano. Credo che in questi casi la fotografia sia una “splendida scusa” per vivere momenti indimenticabili nella natura insieme a vecchi e nuovi amici.

 Rico & Pia

, , , , , , ,

No comments yet.

Rispondi

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes