Top menu

Installare Windows Deployment Services (WDS) in Windows 2003 R2

Premessa

Il servizio Windows Deployment Services ci permette di creare e distribuire immagini di macchine con sistemi Windows via rete, con questo metodo possiamo preparare macchine senza dover inserire CD o DVD di driver o applicazioni da installare su tutti i computer nuovi della nostra azienda. Con un singolo comando possiamo avere un PC pronto in pochi minuti. I client devono avere la scheda di rete impostata per il boot PXE, in modo che prenda un indirizzo IP dal DHCP Server, quindi trova il Server WDS che invia la mini immagine di boot al client che poi presenterà un menu di scelta per poter selezionare l’immagine che si trova sul server per clonare il nostro client.

Prerequisiti:

  • Il server WDS deve essere membro di un dominio Active Directory
  • Windows 2003 con WDS installato
  • Ci deve essere un DHCP Server attivo per assegnare indirizzi IP ai client
  • Un DNS Server attivo
  • Una partizione (o spazio disco) sul server, formattato in NTFS per salvare le immagini dei client
  • I file F1_WINPE.WIM E F3_WINPE.WIM dal pacchetto Windows AIK, questi sono richiesti per catturare le immagini dei client
  • Il file BOOT.WIM dal disco di installazione di Windows Vista, questo serve per installare le immagini sui client
  • I computer client configurati in modo da avviare dalla scheda di rete (PXE Boot).
  • Un client con Windows XP installato e configurato, preparato con sysprep per salvare l’immagine del disco

Preparare ed installare il server WDS in Windows 2003 R2

Per installare WDS in Windows 2003 R2 basta seguire la procedura di aggiunta dei componenti di windows: Start > Control Panel > Add or Remove Programs > Add / Remove Windows Components > Windows Deployment Services

Procurarsi il Windows Automated Kit (AIK) dal sito Microsoft, dobbiamo prelevare dei  file da questo pacchetto, per cui possiamo decidere di masterizzare l’immagine o montarla con un software di virtualizzazione drive. Una volta avuto accesso al DVD dobbiamo cercare il file WinPE.Cab ed estrarre da questi due file serviranno per catturare le immagini dei client: F1_WINPE.WIM e F3_WINPE.WIM.
Poi dal DVD di Windows Vista recuperiamo il file BOOT.WIM che si trova nella cartella SOURCES.
Salviamo tutti questi file in una cartella temporanea, ad esempio c:tempwds.

Fare partire il servizio e configurare WDS

Start > Programs > Administrative Tools > Windows Deployment Services

Nel pannello di sinistra dello snap-in Windows Deployment Services espandere la lista server e cliccare sul server che si vuole gestire. Se non è presente il server si può aggiungere cliccando con il tasto destro del mouse su Servers e scegliere Add Server.

Per avviare il Wizard di configurazione WDS, facciamo click con il tasto destro del mouse e selezioniamo Configure Server, la prima schermata è di benvenuto e possiamo cliccare Next.
Nella schermata successiva dobbiamo scegliere dove salvare le immagini dei PC, per default è C:RemoteInstall.

Successivamente dobbiamo decidere a quali client il server PXE deve rispondere, nel nostro caso selezioniamo Respond to all (known and unknown) client computers, così che qualsiasi PC che si avvia in modalità PXE vada a recuperare i file di avvio.

Non resta che cliccare Finish per completare l’installazione. Non aggiungiamo per ora l’immagine, quindi togliamo la spunta su Add Image to Windows Deployment Services now.

 

Aggiungere le Immagini di Avvio

Nel pannello di controllo WDS click destro su Boot Images e selezionare Add Boot Image.



Andiamo a recuperare le immagini dalla cartella temporanea dove le avevamo salvate (C:tempwds), aggiungiamo quindi prima F1_WINPE.WIM e poi F3_WINPE.WIM, riavviando il servizio WDS ci troviamo le due nuove immagini nella cartella Boot Images.

Creiamo le immagini di boot per la cattura e il deploy delle macchine XP

Per creare l’immagine di avvio per la cattura di una macchina XP, nel pannello di controllo WDS, nella cartella Boot Images facciamo click destro sull’immagine Windows Vista PE (x86) e selezioniamo Create Capture Boot Image. Utilizzeremo questa immagine di boot per trasferire l’immagine del PC con Windows XP preparato con sysprep al server WDS.

Rinominiamo l’immagine di cattura in XP Capature Boot Image e salviamola in C:RemoteInstallCaptureBootImages, dovremo creare prima la cartella CaptureBootImages.

Ora dobbiamo aggiungere l’immagine di boot che abbiamo appena creato all’elenco del WDS, come al punto precedente Aggiungere le Immagini di Avvio, nel pannello di controllo di WDS nella sezione di sinistra click destro sulla cartella Boot Images e selezionare Add Boot Image.

Andiamo a cercare la nostra nuova immagine nella cartella CaptureBootImages e selezioniamo XP Caputre Boot Images.WIM. Click su Next.

Ripetiamo l’operazione per importare l’immagine BOOT.WIM , questa sarà utilizzata per il deploy delle immagini ai client, di nuovo nel pannello di controllo di WDS nella sezione di sinistra click destro sulla cartella Boot Images e selezionare Add Boot Image. Cerchiamo il file che avevamo estratto dal disco di Windows Vista nella nostra cartella temporanea C:tempwds e selezioniamo l’immagine BOOT.WIM. Click Next e nominiamo l’immagine in XP Deployment Boot Image, Next ancora per aggiungere l’immagine al nostro elenco.

Appena si saranno caricate le immagini le ritroveremo nella sezione Boot Images nel pannello di WDS.

Creiamo almeno un gruppo nella cartella Install Images

Possiamo organizzare le immagini dei PC in gruppi, ne dobbiamo creare almeno uno per fare poi l’upload. Quindi per eseguire l’operazione click destro su Install Image, nel pannello di controllo WDS e selezioniamo Add Image Group, ad esempio io ho creato Dell Optiplex.

Abbiamo finito la preparazione del server per il Windows Deployment Services, e siamo pronti per il prossimo passaggio che sarà quello di creare un’immagine di un PC con Windows XP.
Prima di fare la clonazione vera e propra è necessario fare la preparazione del pc.

, , , , , ,

No comments yet.

Rispondi

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes